La spremuta di arancia "proprietà e benefici"

list In: Alimentazione Data:

Che le arance facessero bene non c’erano dubbi, ma sapevate che bevendo spremuta di arancia si può dimagrire? Ecco come.

Come dimagrire con la spremuta d’arancia.       Acquista adesso le arance da spremuta
La dieta del succo d’arancia è semplice, prevede che si bevano due litri di spremuta di arancia al giorno, uno al mattino mezz’ora prima di fare colazione e l’altro a metà pomeriggio dopo almeno due ore dal pranzo. In questo modo si accelera il metabolismo e stimola l’eliminazione di tossine dal corpo, a tutto beneficio della linea. La spremuta deve essere appena fatta, quindi non preparatela in anticipo per risparmiare tempo e non acquistate quella pronta e confezionata. Inoltre la spremuta non deve essere zuccherata.

Oltre a bere succo d’arancia, consumate tanta frutta e verdura (soprattutto cruda), legumi e frutta frescha, evitate le farine e gli zuccheri raffinati, i dolci, le bevande gassate e la caffeina. Non trascurate il movimento, fate almeno mezz’ora al giorno di attività fisica, tre volte alla settimana come minimo. Ricordatevi di dormire a sufficienza ed evitate il fumo.

Perché si dimagrisce con la spremuta d’arancia?
Il motivo principale per cui si perde peso seguendo questo regime alimentare è che la spremuta d’arancia promuove l’eliminazione delle tossine, quelle che si annidano nell’intestino e minano salute e benessere, quei residui che si fissano alle pareti intestinali indebolendo il sistema immunitario e rallentando le normali funzioni dell’organismo.

Benefici oltre al dimagrimento
Non solo seguire questa dieta vi farà perdere peso, ma ne avrete numerosi altri benefici: depurerete il sangue, il fegato e il pancreas lavoreranno meglio, l’aspetto della pelle sarà più bello, disinfetterete l’apparato digerente a partire da bocca, lingua, gola e gengive per arrivare allo stomaco e all’intestino, ridurrete problemi di stitichezza, contrasterete la formazione di emorroidi, rafforzerete le difese immunitarie, allevierete le infiammazioni. I meriti di questi effetti si devono in gran parte alla preziosa vitamina C, potente antiossidante da sempre conosciuta per essere in grado di tenere alla larga i malanni di stagione dovuti alle sindromi influenzali, con sintomi come febbre, tosse, raffreddore e mal di gola.

Scopriamo insieme tutte le proprietà benefiche associate alla spremuta d’arancia. 

1 - Cancro. Funzionando come antiossidante, una delle funzioni più importanti della vitamina C è quella di prevenire il cancro. Gli antiossidanti mantengono il DNA delle cellule sano, proteggendole da una mutazione in cellule cancerose. Oltre alla vitamina C, la spremuta contiene anche l’esperidina, un antiossidante che è stato collegato alla riduzione della crescita tumorale e alla stimolazione dell'apoptosi, o morte cellulare programmata, nelle cellule cancerose.

2 - Circolazione. L’alto contenuto di folati, che fanno parte del complesso di vitamine del gruppo B, è essenziale per la creazione del DNA e per la crescita di nuove cellule. Il folato mantiene anche le cellule al sicuro dalla mutazione. Inoltre, il folato svolge un ruolo nella costruzione di nuove cellule rosse del sangue, oltre a stimolare il flusso di sangue. In questo modo gli organi sono ben ossigenati e lavorano a pieno regime. Questo supporta il metabolismo generale del corpo e il funzionamento di tutti i sistemi, rendendoli più efficienti.

3 - Infiammazioni. Gli agrumi sono comunemente considerati anti-infiammatori e il succo d'arancia non fa eccezione. Diversi studi hanno dimostrato che il succo d'arancia può inibire la resistenza all'insulina, riducendo l'infiammazione, proteggendo in questo modo il cuore e garantendo la protezione cardiovascolare globale. In questo modo è in grado di ridurre le probabilità di sviluppare il diabete di tipo 2 e l’aterosclerosi.

4 - Pressione. L’esperidina, potente antiossidante, protegge il corpo contro le malattie e il cancro, e assicura il buon funzionamento dei piccoli vasi sanguigni. Questo può avere un forte impatto sulla pressione arteriosa nel suo complesso, oltre ad una ridotta probabilità di sviluppare malattie cardiovascolari.



5 - Colesterolo. Il colesterolo alto è una delle cause più pericolose delle malattie cardiovascolari. Il succo di arancia, aumentando la quantità di colesterolo "buono" nel corpo, ha dimostrato di ridurre la presenza e gli effetti del colesterolo “cattivo". In questo modo ridurrebbe anche le probabilità di avere aterosclerosi, attacchi di cuore e ictus.

6 - Sistema immunitario. Il succo d’arancia è un concentrato di proprietà curative, una delle fonti più ricche di vitamina C che è possibile aggiungere ad una dieta. Un solo bicchiere di succo d'arancia ha più del 200% del fabbisogno di vitamina C del corpo. La vitamina C, nota anche come acido ascorbico, funziona come un antiossidante primario nel corpo, e distrugge o neutralizza i radicali liberi prima che possano causare danni. I nostri corpi hanno bisogno di vitamina C per stimolare altri aspetti del nostro sistema immunitario. Inoltre, l'acido ascorbico è uno dei componenti fondamentali del collagene, necessario per riparare le cellule e per la crescita di nuovi tessuti del corpo.

7 - Disintossicante. Insieme alla vitamina C, l’alto contenuto di vitamina A presente nella spremuta d’arancia agisce come un antiossidante. Inoltre, disintossica il corpo migliorando la funzionamento dei reni. La vitamina A è stata a lungo collegata alla salute degli occhi. Un solo bicchiere di succo d'arancia ha quasi il 50% della dose giornaliera necessaria di questa preziosa vitamina.

Suggerimenti e controindicazioni. 

1 - Essendo un frutto protagonista di stagione in inverno è primavera è consigliabile consumare le spremute in queste stagioni.

2 - Bere il succo d'arancia può essere utile quanto mangiare il frutto intero, a condizione che sia naturale al 100%, e non sia carico di conservanti, additivi, e zucchero.

3 - Le spremute d’arancia andrebbero evitate in caso di gastrite, perché aumentano l’acidità.

4 - Una volta spremuta l’arancia, occorre berne il succo immediatamente, o quasi. La vitamina C infatti è altamente volatile, e tende a ridurre la sua presenza man mano che il tempo trascorre.

5 - Bere una spremuta a pochissima distanza dal caffè potrebbe non essere una grande idea. La caffeina ha infatti la capacità di inibire l’assorbimento di alcune vitamine, tra cui la A e la C, e dei minerali. 

Domenica Lunedi Martedì Mercoledì Giovedi Venerdì Sabato Gennaio Febbraio Marzo Aprile Può Giugno luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre