Brochure


Il Brand

il Nostro Brand

Sicilian Goodness è un Brand  100% italiano e rappresenta l'eccellenza dei prodotti agroalimentari siciliani.

Grazie alla ricchezza e alla presenza dei minerali presenti nel sottosuolo della Sicilia si riesce ad ottenere un prodotto di eccellenza, una fusione tra terra, acqua e sole.

Acquista i nostri prodotti in tutta fiducia e garanzia.



Il logo e la sua denominazione

Logo DOPINDICAZIONE GEOGRAFICA PROTETTA
Denominazione di origine protetta, meglio nota con l'acronimo DOP, è un marchio di tutela giuridica denominazione che viene attribuito a quegli alimenti le cui peculiari caratteristiche qualitative dipendono essenzialmente o esclusivamente dal territorio in cui sono prodotti.

Logo Agricoltura BiologicaAGRICOLTURA BIOLOGICA
Il logo UE dell'agricoltura biologica dà ai consumatori la sicurezza riguardo l'origine e la qualità degli alimenti e delle bevande. La presenza del logo sui prodotti assicura la conformità con il Regolamento EU sull'agricoltura biologica.

Logo IGPLogo IGP Arancia Rossa di SiciliaINDICAZIONE GEOGRAFICA PROTETTA
La definizione Arancia rossa di Sicilia (IGP) è usata per individuare alcune varietà di arance a Indicazione geografica protetta (IGP) coltivate in numerosi centri delle province di CataniaEnnaRagusa e Siracusa.


Proteggere il cuore a tavola mangiando sano e in maniera equilibrata. Un consiglio sempre valido, ancor più se si manifestano condizioni di rischio come malattie vascolari o precedenti in famiglia relativi a patologie cardiache come ad esempio l’infarto.

Scegliere un’alimentazione sana per la protezione del cuore può portare benefici non soltanto per il buon funzionamento del muscolo cardiaco, ma anche per un generale miglioramento delle proprie condizioni di salute. Con un pò di fantasia è inoltre possibile realizzare con gli alimenti consigliati dei piatti salutari e allo stesso tempo piacevole per il palato.

Inizio Pagina

 

Olio extravergine di oliva

Proprietà e benefici

Olio extravergine di oliva

L’olio extravergine di oliva è molto fondamentale per il nostro organismo, vi spieghiamo il perche.  Oltre all’elevato profumo delle olive, ha precise azioni antinfiammatori, emollienti, protettive e di stimolo:

  • sul Pancreas per la produzione di maggiori quantità di enzima digestivo;
  • sulla Cestifelea che provvede a riversare la bile nell'intestino;
  • sulla Mucosa che riveste la superficie interna dello stomaco e dell'intestino;
  • sul Fegato per una maggior produzione di bile;
  • sulla Gastrite e sull'Ulcera gastrica perché è di un'efficace azione protettiva;
  • sul Corpo difendendolo da alterazioni cutanee;
  • sul Sistema Nervoso poiché lubrifica la mente;
  • Sul cuore: Omega-3 e acido oleico sono gli elementi che garantiscono a questo prodotto naturale le sue caratteristiche di aiuto per il cuore, riducendo non soltanto l’impatto del colesterolo LDL, ma anche migliorando "la risposta del cuore e la sua efficienza".

Aiuta a prevenire il cancro ed è un prodotto alimentare dietetico in quando riduce l’appetito. Inoltre, si evince da diversi studi  che l’olio extravergine d’oliva è stato un alimento vincente contro la lotta al tumore femminile, in primis al seno.

L'olio l'extravergine d'oliva come farmaco naturale contro il diabete.
A stabilirlo è uno studio dell'Università Sapienza di Roma, pubblicato su 'Nutrition & Diabetes', che ha messo in evidenza gli effetti di un particolare olio extra vergine d'oliva  nella prevenzione e nella cura della patologia. Dalla ricerca emerge infatti che l'Evo (una dose di 10 grammi al giorno) si comporta come un antidiabetico orale con un meccanismo simile ai farmaci di nuova generazione, cioè le incretine (ormoni naturali prodotti a livello gastrointestinale che riducono il livello della glicemia nel sangue). L'assunzione di olio extra vergine di oliva si associa, infatti, a un aumento nel sangue delle incretine.
L’olio di oliva, da secoli caratterizzante la dieta mediterranea, dimostra di essere la fonte ideale di grassi, oltre a vantare proprietà anti-ipertensive ed ipocolesterolizzanti.

I polifenoli e l’olio extra vergine di oliva: I polifenoli e la “vitamina E”, grazie alla loro azione antiossidante, contribuiscono a prevenire l’arteriosclerosi rallentando l’invecchiamento delle cellule. Inoltre secondo altri studi scientifici i polifenoli, contribuiscono ad eliminare le sostanze che favoriscono la proliferazione delle cellule cancerose.

Consigli per l’uso:
Per condire una bella insalata, per aromatizzare del pesce o della carne,in alternativa da aggiungere in un bel piatto di pasta,  inoltre vi consigliamo di mettere qualche goccia nei vostri frullati di frutta quotidiani.

Un  consumo minimo giornaliero di olio extra vergine di oliva rigenera la salute rimettendoci  sulla giusta strada e seguire uno stile di vita sano.

Inizio Pagina

 

Arance di sicilia

Proprietà e Benefici

Arance di sicilia

L’arancio, nome scientifico Cytrus Sinensis, è una pianta sempreverde i cui frutti hanno molte proprietà interessanti dal punto di vista terapeutico. Le arance sono originarie delle regioni orientali ed appartengono alla famiglia delle Rutacee. 
La pianta può raggiungere la ragguardevole altezza di 12 metri  ed i suoi frutti, a seconda della specie, si possono raccogliere nel periodo compreso tra novembre a fine maggio.
Un albero di arance ne produce mediamente in un anno circa 500.
Attualmente, tra gli agrumi, le arance sono le più diffuse al mondo e le varietà che vengono coltivate sono davvero molte. Nella classifica dei maggiori paesi produttori di arance l’Italia occupa un posto di tutto rispetto, il 5°, mentre il primo posto è occupato dal Brasile.
Le varietà di arance maggiormente diffuse sono: il Tarocco, il Sanguinello, il Moro, il Washington Navel, il Valencia, la Navelina, la Belladonna e l’Ovale. Il Moro ed il Tarocco giungono a maturazione nel periodo compreso tra dicembre e marzo.
Le arance si dividono in due grandi gruppi: le arance dolci e le arance amare; l’arancio dolce è la varietà più coltivata e consumata al mondo mentre l’arancia amara, grazie alle sue proprietà, viene anche utilizzata per la produzione di oli essenziali e prodotti farmaceutici con proprietà digestive.

Composizione Chimica delle Arance
Le arance contengono l’87,2 % di acqua, il 7,8 % di zuccheri solubili, l’1,6 % di fibre, lo 0,2 % di grassi, lo 0,7 % di proteine e lo 0,3 % di ceneri.
Arance di siciliaminerali presenti nelle arance sono: il sodio, il ferro, il rame, il selenio, il manganese, il fosforo, il magnesio, il potassio, lo zinco ed il calcio.
Per quanto riguarda le vitamine troviamo la vitamina A, le vitamine B1, B2, B3, B5, B6,vitamina E una buona quantità di vitamina C, fatto questo che ha contribuito a rendere famose le arance per la loro proprietà di apportare benefici alla salute.
Le arance contengono anche buoni livelli di flavonoidi, alfa e beta-carotene, luteina e zeaxantina, sostanze con buone proprietà antiossidanti.
Questi invece gli aminoacidi: acido aspartico e glutammico, alanina, arginina, cistina, glicina, fenilalanina, istidina, isoleucina, leucina, lisina, prolina, metionina, serina, tirosina, triptofano, valina e treonina.

Proprietà e Benefici delle Arance
Sono ricche di Vitamina C: come tutti sanno le arance sono un’ottima fonte divitamina C. Questa vitamina ha molteplici proprietà in grado di apportare vari benefici al nostro organismo a vari livelli. Rafforza il sistema immunitario contro l’attività di virus (soprattutto nella stagione invernale) e batteri, previene l’insorgere di disturbi cardiovascolari e, grazie alle sue proprietà antiossidanti, combatte l’attività dei radicali liberi. Inoltre la vitamina C permette al nostro organismo un miglior assorbimento del ferro ed ha anche proprietà anti anemiche. Per potere meglio avvalersi dei benefici legati alla vitamina C sarebbe meglio non eliminare completamente la parte bianca che si trova sotto la buccia. Infatti essa contiene una sostanza chiamata rutina in grado di favorire l’assimilazione della vitamina C.

  • Contengono Vitamina A: la vitamina A invece è particolarmente utile al rafforzamento della vista, mentre un flavonoide chiamato esperdina, oltre ad avere proprietà antiallergiche ed antinfiammatorie impedisce ai vasi sanguigni di ispessirsi diminuendo così il rischio trombosi.
  • Antiossidanti: nelle arance sono presenti gli antociani, dei pigmenti che danno loro il colore caratteristico e che hanno proprietà antiossidanti con tutti i benefici che ne conseguono per la salute.
  • Lassative: le arance sono anche ricche di pectina, una sostanza con proprietà lassative che aiuta a proteggere la mucosa del colon diminuendo il suo tempo di esposizione a sostanze tossiche. Inoltre è stato dimostrato che la pectina è in grado di ridurre i livelli di colesterolo nel sangue.
  • Antitumorali: secondo uno studio condotto in Giappone consumare arance con una certa regolarità riduce il rischio di sviluppare un tumore al fegato. Questa proprietà delle arance, a detta dei ricercatori, sarebbe da ricondurre all’attività dei carotenoidi. Le arance contengono un carotenoide naturale di color rosso-arancione chiamato beta-criptoxantina. Uno studio nel settembre del 2003 pubblicato su Cancer Epidemiology, Biomarkers and Prevention, sostiene che chi mangia regolarmente cibi ricchi di beta-criptoxantina riduce del 27 % il rischio di sviluppare un tumore al polmone. Gli alimenti che contengono buone quantità di questo carotenoide sono le arance, la papaya, il mais, la zucca, i peperoni rossi e le pesche.
  • Utili per il cuore: l’abbondanza di potassio, un minerale elettrolita, apporta benefici al cuore. Un livello troppo basso di potassio infatti può portare ad aritmia. Le arance sono una buona fonte di questo componente molto importante delle cellule e dei fluidi corporei che aiuta a controllare la frequenza cardiaca e la pressione arteriosa attraverso un’azione di contrasto nei confronti del sodio.
  • Riducono la pressione ed il colesterolo: le arance contengono l’esperidina, un flavonoide presente negli agrumi che, in studi condotti su animali, ha dimostrato di abbassare la pressione sanguigna, di ridurre i livelli di colesterolo e di aver proprietà antinfiammatorie. Questa sostanza è presente soprattutto nella buccia e nella parte bianca all’interno della buccia che purtroppo vengono rimosse quando si fanno spremute e succhi.
  • Contro l’artrite ed i calcoli renali: uno studio pubblicato sull’ American Journal of Clinical Nutrition ha evidenziato come l’abitudine di bere un bicchiere di succo di arance al giorno apporta alcuni benefici alla salute: può ridurre in modo significativo il rischio di sviluppare l’artrite reumatoide e previene la formazione di calcoli renali.

La Spremuta d’Arancia
La  Spremuta d’Arancia La spremuta d’arance, in quanto molto ricca di vitamina C, può essere considerato un valido aiuto per mantenere il nostro organismo in salute. Oltre ai suoi benefici ne possiamo apprezzare il gusto gradevole e dissetante.
Quando si decide di fare una spremuta d’arancia è bene non filtrare troppo il succo, in quanto la polpa presente al suo interno contiene molte sostanze con proprietà benefiche ai quali sarebbe un peccato dover rinunciare.
A causa della deteriorabilità di queste sostanze e per trarne il massimo beneficio è bene consumare la spremuta fresca appena fatta.

Arancia e Calorie
Le arance hanno in media un apporto calorico pari a 34 kcalorie ogni 100 gr di parte edibile.

Arancia Curiosità
In Italia le regioni che producono la maggior quantità di arance sono la Sicilia e la Calabria. Infatti questo agrume preferisce per la crescita un clima mite e non sopporta temperature che scendono sotto i 5 gradi.
Attualmente si conoscono circa 400 varietà di arance. In Italia la più famosa è l’Arancia Rossa di Sicilia alla quale è stato riconosciuto il marchio Indicazione Geografica Protetta (I.G.P.).
Dell’arancia viene impiegata anche la buccia, con la quale si producono canditi, liquori ed altre bevande. Con la polpa invece si producono squisite marmellate.
La famosa ricetta dell’ Anatra all’arancia è da attribuirsi a Caterina De’ Medici che la portò in Francia quando divenne sposa di Enrico II.
La combinazione dell’arancio con il mandarino (tramite la tecnica dell’innesto) ha portato alla formazione di un ibrido conosciuto con il nome di mandarancio.
Grazie al suo alto contenuto di vitamina C, 100 grammi di arancia (contenuto 50 mg) sono sufficienti a soddisfare il fabbisogno giornaliero di vitamina C di una persona adulta.
Il succo di arancia viene spesso utilizzato in cucina per aromatizzare e sgrassare piatti a base di carne e pesce.
Nel XIX secolo non era inusuale trovare in alcuni testi la parola Portogallo utilizzata per indicare l’arancia. Questo termine risulta ancora alla base di certe parole dialettali con cui si indicano le arance come ad esempio “portugal” in Piemonte.
Ogni anno negli Stati Uniti si producono circa 25 miliardi di arance.
Dopo il cioccolato e la vaniglia l’arancia è il terzo gusto preferito al mondo.

Le arance rosse di Sicilia
Le arance rosse hanno uno straordinario potere benefico oltre allo straordinario e gradevole gusto. Sono suddivise in due grandi gruppi: 
1) pigmentate (tarocco, moro, sanguinello) 
2) bionde (naveline, ovale, valentia). 
Esse contengono l’87% circa d'acqua, pochi grassi e proteine, molti minerali (calciofosforopotassioferroselenio) e molte vitamine fra cui oltre alla vitamina C, la A, B1 e la B2. L’acido citrico in esse contenuto svolge un’importante funzione nel corpo umano: infatti è in grado di abbassare l’acidità delle urine e prevenire la formazione di calcoli renali. Oltre alle già citate proprietà benefiche, le arance rosse combattono con buoni risultati le forme degenerative tumorali (grazie alla presenza dei numerosi antiossidanti) e fungono da “riparo” verso angina, bronchite, malattie cardiovascolari, ipertensione, diabete, gengivite, obesità, emicrania, cefalea e reumatismi. Ma non è tutto: i gargarismi effettuati con il succo d’arancia rossa sono efficacissimi per curare gengiviti e stomatiti. Infine le arance rosse di Sicilia rappresentano un integratore naturale genuino e sano, proprio in virtù della loro leggerezza e straordinaria ricchezza di sostanze utili per poter sopperire al quotidiano dispendio di energie.

Perché sono ROSSE?
Le arancia rossa si differenzia da quella gialla per il colore della polpa, che varia dall'arancio scuro fino al rosso acceso. Le tre varietà di arance più conosciute e diffuse sono TaroccoMoro Sanguinello. Queste varietà, insieme ai loro cloni, coltivate in Sicilia entro la zona di origine, hanno ottenuto la certificazione IGP “arancia rossa di Sicilia

Le varietà di arancia rossa

  • Sanguinello – L'arancia Sanguinello è stata scoperta in Spagna nel 1929. Di forma globosa o obovata, pezzatura media, presenta una buccia di colore arancio con sfumature rosse, e una polpa di colore arancio con screziature rosse. Contiene pochi semi. L'epoca di maturazione è medio-tardiva: ha inizio in febbraio, mentre il grosso della raccolta viene a cadere tra marzo e aprile, mesi in cui i frutti raggiungono le migliori caratteristiche organolettiche. I frutti, raggiunta la maturazione, hanno breve persistenza sulla pianta.
  • Il sanguinello moscato è il clone più coltivato dopo il sanguinello comune. Probabilmente originaria della provincia di Catania, deve il suo nome all'aroma della polpa, particolarmente fruttato, che ricorda quello dell'uva moscato. Rispetto al sanguinello comune, i frutti hanno forma più allungata e pezzatura lievemente superiore. La buccia lievi sfumature rosse, meno marcate che nel Sanguinello comune.
  • Tarocco – Le origini di questa pianta risalgono all'inizio del secolo, nel territorio di Francofonte, in provincia di Siracusa. Si ritiene che sia nata da una mutazione del Sanguinello. Attualmente è la varietà più diffusa in Italia e anche quelle più conosciuta dai consumatori. La prima selezione nucellare di Tarocco comune è stata ottenuta l'Istituto Sperimentale per l'Agricoltura di Acireale tra la fine degli anni cinquanta e l'inizio dei sessanta.

L'arancia Tarocco ha un intervallo di maturazione molto ampio, che va da inizio Dicembre ad Aprile, grazie numerosi cloni disponibili e le differenti condizioni climatiche dei luoghi di coltivazione.
Di forma obovata o globosa, con base più o meno prominente, il Tarocco presenta una buccia di color arancio, con parti colorate in rosso granato più o meno intenso. Il colore della polpa è arancio con screziature rosse più o meno intense a seconda dell'epoca di raccolta.
Il Tarocco è molto apprezzato per l'elevato rapporto tra gradi Brix e acidità che ne amplifica il sapore dolce.

  • Moro - Si tratta della varietà più recente di arancia rossa. Si è originata all'inizio del diciannovesimo secolo nel territorio di Lentini, in provincia di Siracusa, come mutazione di varietà del gruppo pigmentato.

Di forma globosa o ovoidale, ha la buccia di colore arancio con sfumature più intense su un lato. La polpa, priva di semi, è di colore rosso vinoso, soprattutto a maturazione avanzata. Si tratta dell'arancia più pigmentata e di quella con il gusto più intenso. Alcuni ritengono che abbia aromi particolari, che ricordano il lampone. I frutti molto maturi assumono un aroma molto marcato e un sapore poco gradito.
Il Moro ha maturazione precoce (inizio dicembre) e per questo riveste un ruolo notevole perché apre la campagna di esportazione delle arance rosse siciliane. I frutti migliori si raccolgono da gennaio in poi, e si mantengono bene sulla pianta sino a febbraio. I frutti sono di pezzatura media, distribuiti all'esterno della chioma, spesso a grappolo.

Inizio Pagina

 

Pomodoro

Aspetti e benefici

pomodoro

Caratteristiche simili a quelle offerte dalla verdura, il pomodoro dispone di notevoli qualità di antiossidanti, in modo particolare di un’alta concentrazione di licopene (carotenoide dalla dimostrata efficacia di riduzione del rischio legato a malattie cardiovascolari e tumori.
Pomodoro: crudo o cotto sempre alleato della salute
pomodoroIl pomodoro è diffuso in tutto il mondo. Ricco di sostanze nutritive e vitamine è perfetto ad ogni età. Versatile e di facile reperimento è fonte di antiossidanti naturali. Scopriamolo insieme.

Originario del sud America il pomodoro è probabilmente la verdura più conosciuta al mondo dopo la patata. Ricco di vitamine e minerali è poco calorico e adatto per essere assunto da grandi e piccini (purché non in soggetti allergici al nichel, elemento di cui è molto ricco). Si tratta di un vegetale prettamente estivo che cresce in zone assolate e ha bisogno di poca acqua per diventare rigoglioso. Tuttavia oggi, grazie alle moderne tecnologie, è possibile trovare pomodori freschi durante tutto l’anno (anche se il nostro consiglio è quello di consumare possibilmente frutta e verdura di stagione). Il pomodoro può essere gustato crudo, essiccato o cotto, ma al contrario di altri vegetali, è cotto che esalta le sue proprietà benefiche. Esistono tantissime specie di pomodoro, molte a livello regionale ottenute grazie all’ibridazione dei semi: San Marzano, insalatario, piccadilly, fiorentino sono solo alcuni dei tipi più diffusi nel nostro paese.

Leggi tutto su: www.viversano.net

Il Pomodoro Ciliegino di Pachino (SICILIA)

pomodoro ciliegino pachinoIl famoso ciliegino di Pachino gode di molte proprietà benefiche. E' rinfrescante, dissetante, ha effetti diuretici, ricco di licopene e di caroteni, sostante che agevolano il corretto funzionamento dell organismo e lo difendono dai radicali liberi. Contiene una buona dose di vitamina C, ad azione riparatrice e rigeneratrice su tutte le cellule dell'organismo. E' ricco anche di sali minerali, con una funzione equilibratrice e disintossicante. Il Ciliegino è anche IGP.
La reputazione che il pomodoro di Pachino si è conquistata su tutti i mercati è dovuta ai seguenti fattori:

  • Il sapore
  • la consistenza della polpa
  • la lucentezza del frutto
  • la lunga durata post-raccolta
  • l'elevato contenuto in vitamine (vit. C) e antiossidanti (licopene)

NON SOLO E' BUONO, MA FA ANCHE BENE
Diversi studi e ricerche hanno evidenziato l’importanza nella dieta, del consumo di frutta e ortaggi al fine di preservare la salute umana e il benessere fisico, prevenendo l’insorgenza di malattie cardiovascolari e di alcune forme tumorali. Negli ultimi anni una grande attenzione e' stata rivolta al pomodoro e ai suoi derivati in quanto fonti principali di Licopene. Alcuni autori hanno riportato che un consumo abbondante di pomodoro e suoi derivati e' inversamente correlato con il rischio di insorgenza di tumori dell’apparato digerente e della prostata. Inoltre sono stati svolti altri approfondimenti riguardo agli effetti benefici del Licopene sia nell’ambito delle malattie infettive, sia nei disturbi dermatologici.

dott.ssa Maria Elisabetta Genco, dott.Tommaso Addonisio, dermatologo Presidente Societa' Italiana di Medicina del Benessere

LE DIVERSE VARIETA' DEL POMODORO DI PACHINO. NON SOLO CILIEGINO!
Uno dei luoghi comuni più diffusi identifica il vero pomodoro di Pachino con la varietà "cilegino".
Niente di più sbagliato!

L'IGP (vedi www.igppachino.it) classifica e tutela ben quattro tipologie diverse di pomodoro, tutte con peculiarità diverse, e destinate a diversi segmenti di mercato.
Sono tutte tipologie accomunate da un elevato grado brix, da una straordinaria resistenza post raccolta e da un colore brillante e attraente.

 

Il Pomodoro Ciliegino

pomodoro ciliegino di pachino Caratteristico per l'aspetto "a ciliegia" su un grappolo a spina di pesce con frutti tondi, piccoli, dal colore eccellente e il grado brix elevato.

Il Pomodoro Costoluto

pomodoro costoluto di pachino Frutto di grandi dimensioni, dalle coste marcate, di colore verde molto scuro e brillante, trova il suo habitat naturale nei terreni ad alta salinità.

Il Pomodoro Tondo Liscio

pomodoro tondo liscio di pachino Piccolo e rotondo, di colore verde scuro, inconfondibile per il gusto molto marcato. E' molto apprezzato dai consumatori d'oltralpe. I suoi frutti sono di consistenza ineguagliabile.

Il Pomodoro a Grappolo

pomodoro a grappolo di pachino A grappolo o snocciolato, può essere verde o rosso. Tondo, liscio, dal colore brillante e attraente, con il colletto verde molto scuro.Il suo peso varia in base allasalinità del terreno di coltivazione.

Inizio Pagina

 

Vino

Il vino rosso e i suoi grandi benefici

Vino rosso

Un bicchiere di vino rosso al giorno può essere molto utile per la nostra salute. Ma ricordate, sempre con moderazione ed equilibrio. Un bicchiere al giorno di questo portento naturale dal sapore incantevole accompagnerà i vostri piatti e migliorerà notevolmente il vostro benessere. Ecco qui il perché.


1. Un alleato per perdere peso

Sapevate che il vino rosso è ottimo per aiutarci a perdere peso? Questa bevanda, infatti, possiede una proprietà molto speciale: attiva un gene che impedisce la formazione di nuove cellule grasse e, inoltre, stimola quelle giàesistenti per depurarle ed eliminarle poco a poco. Per dimostrarlo, il Massachussetts Institute of Technology ha condotto vari studi e ne ha pubblicato i risultati recentemente.
Tuttavia, per vederne gli effetti sulla vostra silhouette, ricordate che non bisogna berne più di un bicchiere al giorno. Potete vedere nell’immagine la quantità consigliata: meno di un bicchiere pieno. Ovviamente, i risultati saranno maggiormente visibili se abbiniamo quest’abitudine ad una dieta equilibrata e priva di grassi.


2. Potenzia il nostro cervello

Il vino rosso è ottimo per migliorare i nostri processi cognitivi. Come è possibile? Esistono molti studi che dimostrano che bere del vino in maniera moderata, ma costante, previene la demenza e le malattie degenerative del cervello.
Cura le infiammazioni, previene l’aterosclerosi e, inoltre, impedisce la coagulazione, migliorando così il flusso sanguigno. È davvero favoloso.
vino rosso


3. Cura le infezioni delle gengive

Se siete tra quelle persone alle quali, per esempio, sanguinano le gengive, non pensateci due volte all’ora di accompagnare i pasti con un bicchiere di vino rosso. L’uva, infatti, presenta alcuni composti che, una volta fermentati nel vino, hanno la capacità di prevenire la comparsa di streptococchi e batteri che causano le carie, oltre all’essere molto efficaci contro la gengivite e persino il mal di gola.


4. Combatte la stanchezza

È curioso, non vi pare? Un nuovo studio pubblicato sul The FASEB Journal ha dimostrato che il resveratrolo presente nell’uva combatte la debolezza in quei giorni in cui siamo più apatici o stanchi. Vale la pena ricordarlo.


5. Aumenta le endorfine

Ricordate: bevete con moderazione per potervi godere appieno i benefici del vino rosso, sano e delizioso. Quando beviamo del vino, liberiamo le endorfine nel nostro organismo, il che ci fa rilassare e godere l’attimo. Uno studio in materia è stato condotto dall’Università della California. Non dimenticate che il vino, abbinato a certi alimenti e piatti, ne esalta il sapore facendoci gustare meglio il cibo. Lo sapevate?
vino rosso


6. Ripulisce la bocca

Si tratta di un fatto curioso, ma vero. Bere del vino rosso quando mangiamo, grazie alle sue proprietà astringenti, aiuta a percepire i sapori in maniera più intensa.Riduce il sapore del grasso se mangiamo della carne e ci dona una sensazione davvero gratificante, perché ripulisce la nostra bocca. Un dettaglio da ricordare per convincerci ancora di più dell’utilità dell’accompagnare pranzo o cena con un bicchiere di vino rosso.


7. Ottimo per ridurre il colesterolo

Come ormai sapete, il vino rosso è un vero e proprio tesoro naturale ricco di polifenoli (tra i quali il salutare resveratrolo), delle sostanze chimiche ricche di antiossidanti che, secondo la Mayo Clinic, ci aiutano a prenderci cura dei vasi sanguigni, poiché prevengono la formazione di coaguli e riducono il cosiddetto colesterolo “dannoso”.


8. Eccellente per la salute del nostro apparato cardiovascolare

vino rossoOltre ai polifenoli citati prima, il vino rosso è ricco di vitamina E, la quale aiuta a ripulire il sangue, prevenire i coaguli e proteggere i tessuti dei vasi sanguigni. Un solo bicchiere di vino può quindi migliorare notevolmente la salute del nostro apparato cardiovascolare.


9. Riduce il rischio di cancro

Il vino rosso è un ottimo antiossidante. Un rimedio naturale capace di bloccare, per esempio, la crescita delle cellule che causano il cancro al seno o ai polmoni. Una delle sue proprietà migliori è proprio l’azione del resveratrolo che impedisce che l’estrogeno si sviluppi in problemi di cancro nelle donne.


10. Combatte le infezioni urinarie

Grazie alle sue proprietà antiossidanti e astringenti, il vino rosso previene l’adesione dei batteri alla vescica e, inoltre, migliora il filtraggio e la depurazione di questi organi.
Come dicevamo, basta un bicchiere di vino rosso al giorno per ottenere tutti questi benefici. Non dimenticatelo!

Inizio Pagina

 

Export

La storia dei container

La richiesta di un contenitore multiuso, adatto per essere utilizzato nei vari tipi di trasporto merci, è nato nel primo dopoguerra negli USA ed utilizzato per primo nei trasporti verso Porto Rico. L'idea originale si fa abitualmente risalire ad una intuizione, nel 1956, di un imprenditore americano nel campo dei trasporti, Malcom Mclean. Si racconta che, mentre McLean sedeva sul suo camion in attesa che la merce fosse portata a bordo della nave, si rese conto che caricare l'intero corpo del camion sulla nave sarebbe stato molto più semplice di stivarne il carico.
La comodità di una attrezzatura che consentiva di caricare le merci e non doverle più movimentare singolarmente sino a destinazione è risultata subito evidente; di conseguenza l'idea di containerizzare ha avuto un impulso notevole nel campo del trasporto marittimo e negli scambi tra America ed Europa fin dagli anni '60. Il container offriva diversi vantaggi: minor carico danneggiato, migliori operazioni logistiche, e maggiore velocità di imbarco e sbarco.
All'inizio degli anni '70, nacquero gli standard che oggi conosciamo.
Oggi in qualsiasi porto è usuale la visione di enormi colonne di container pronte ad essere imbarcate per ogni destinazione nel Mondo. 
Un altro beneficio del trasporto tramite container è quello di ridurre le possibilità di danneggiamento e di manomissione delle merci nelle fasi di movimentazione delle stesse.

 

Il container ISO

Il più diffuso tra i contenitori è il container ISO (acronimo di International Organization for Standardization); si tratta di un parallelepipedo in metallo le cui misure sono state stabilite in sede internazionale nel 1967. A fronte di una larghezza comune di 8 piedi (244 cm) e una altezza comune di 8 piedi e 6 pollici (259 cm), sono diffusi in due lunghezze standard di 20 e di 40 piedi (610 e 1220 cm). Ogni container è anche regolarmente numerato e registrato nella forma 4 lettere (delle quali le prime 3 corrispondono alla sigla della compagnia proprietaria) - 6 numeri - 1 numero (denominato "check-digit"). Da questa standardizzazione è nata anche l'abitudine di valutare la capacità di carico di una nave porta container in TEU (acronimo di Twenty-feet Equivalent Unit).
Sono anche omogenei gli attacchi, presenti sugli angoli del contenitore, specifici per il fissaggio sui vari mezzi di trasporto . In questo modo, tramite carrelli elevatori, carriponte, Straddle Carrier e gru sono facilmente trasferibili tra una nave (dove possono essere facilmente sovrapposti verticalmente), un vagone o un autocarro. Le caratteristiche di questi attacchi, unita alla robustezza intrinseca del contenitore, ne consentono l'impilaggio l'uno sull'altro, migliorando l'utilizzazione dei moli, delle banchine e dei magazzini.
Il container ISO classico presenta le superfici laterali piene e una chiusura posteriore con due battenti facilmente sigillabili per evitare effrazioni. Forse la sua maggiore limitazione consiste nelle misure interne di carico che non consentono il carico affiancato di 2 pallet EUR.

Lo sviluppo del mercato ha portato, negli ultimi anni, alla particolarità che più della metà dei container del mondo sono fabbricati in Estremo Oriente, soprattutto in Cina.
Per usi particolari e non molto frequenti, sono stati predisposti anche dei container ISO cisterna, frigoriferi, open top (con tetto apribile) e container con pareti laterali apribili.
Attualmente l'importanza del container nel campo dei trasporti marittimi è giunta ad un livello tale che le stime parlano di circa il 90% delle merci cargo trasportate attraverso l'uso di circa 200 milioni di TEU all'anno.<

Le caratteristiche tecniche